+39 0813655697
info@otomed.it

Sordità Infantile… cos’è?

L’udito è uno dei sensi più preziosi, anche per tuo figlio.

Attraverso l’udito il bambino sviluppa le caratteristiche del linguaggio e della comunicazione, reagisce ai suoni del mondo esterno, impara a parlare apprezza la musica e viene avvisato dell’avvicinarsi dei pericoli.

Come osservare la localizzazione in tuo figlio

In generale i neonati muovono o aprono gli occhi quando sentono un rumore. Un suono intenso può causare una reazione di spavento. Con la crescita, all’età di cinque o sei mesi circa, si può osservare una vera risposta alla localizzazione facendo dei leggeri rumori dietro o di fianco al bambino, mentre sta guardando davanti a se. Il rumore di un campanellino o parole sussurrate inducono il bambino a girare la testa verso il rumore. Se per noi è normale che i bambini si spaventino con suoni molto intensi, a volte dimentichiamo che è molto importante anche osservare come reagiscono a suoni di bassa intensità (come ad esempio pronunciando la <<S>>). Durante il primo anno di vita tuo figlio raffinerà le caratteristiche del suo udito interessandosi e cercando la fonte dei rumori tipici di una casa, come ad esempio il suono del campanello o lo squillo del telefono, una porta che sbatte, bambini che giocano, un giocattolo musicale o il suono delle parole.



 

Lo sviluppo della parola e del linguaggio nel bambino



Queste tappe sono basate sull’esperienza e sono valide per tutti i bambini. Se tuo figlio presenta ritardi di oltre 2-3 mesi rispetto ai gruppi di età riportati sopra, ciò potrebbe essere un indicatore di una perdita uditiva o di un ritardo nello sviluppo della parola e del linguaggio.

Sintomi di problemi di udito

Se tuo figlio non reagisce in modo adeguato ai suoni, non trascurare il problema. A volte l’assenza di risposta va attribuita alla distrazione, ma è importante determinare se risposte inconsistenti o mancanti, in alcuni casi, non dipendano dall’incapacità di sentire quel che si dice.

I più diffusi sintomi di problemi di udito:

  • Non presenta attenzione a qualcuno che parla stando al di fuori del campo visivo, soprattutto se i fattori di distrazione sono minimi
  • Sguardo spaventato o sorpreso quando realizza che si è fatto il suo nome (a un livello normale o anche leggermente alto)
  • Usa di frequente espressioni tipo: “come?, cosa?, eh?
  • Scruta attentamente la faccia di chi parla
  • Si siede molto vicino alla televisione, quando invece il volume è sufficiente per tutto il resto della famiglia
  • Alza il volume della televisione o dello stereo a livelli incomprensibilmente alti
  • Non risponde alle voci al telefono e/o cambia continuamente l’orecchio appoggiato alla cornetta
  • Non reagisce a suoni di elevata intensità

Il sintomo principale di una possibile perdita uditiva, in ogni caso rimane un mancato o ritardato sviluppo del linguaggio. Anche se non ci sono altri sintomi in tal senso, quando un bambino presenta ritardi nell’uso della parola, soprattutto confrontato a bambini della sua età o più piccoli, il motivo può essere collegato a una disfunzione dell’udito.

⬅ Torna ai SERVIZI